Castello Donnafugata&Riserva fiume Irminio

Il castello di Donnafugata è un maniero dalle candide pareti intorno al quale aleggiano numerose leggende.

Una di queste riguarda il nome che secondo alcuni deriva dall’arabo Ain As Jafat (fonte di salute) mentre altri lo fanno risalire al siciliano Ronnafugata, in relazione al leggendario rapimento della Regina Bianca di Navarra e alla sua conseguente fuga.

La costruzione antica risale al diciassettesimo secolo, ma si deve all’eclettico Barone Corrado Arezzo De Spuches la sua trasformazione in uno dei castelli più importanti della zona sviluppato su un’aerea di 2500 mq.

Vi sembrerà di passeggiare all’interno di uno scrigno ricco di particolari preziosi dove pregiati parati, tendaggi, mobili e opere d’arte creano un’atmosfera unica.  

All’esterno, invece, potrete ristorarvi nel monumentale parco che il Barone De Spuches abbellì con oltre un migliaio di specie vegetali, un coffe house e un labirinto in pietra costruito nella tipica muratura a secco del ragusano.

Terminata la visita del castello ci sposteremo verso la Riserva del fiume Irminio.

Il fiume Irminio nell’antichità ha rappresentato il veicolo più rapido per collegare i territori interni con la costa, luogo dove avvenivano gli scambi commerciali.

La Riserva, istituita nel 1985, è caratterizzata da contrastanti ambienti che contribuiscono a formare un ecosistema unico e particolare.

Preparatevi ad affrontare una passeggiata rilassante immersi in un paesaggio incontaminato, dove dune sabbiose si alternano a falesie a strapiombo sul mare.

Facebook
LinkedIn
Instagram