Tour di Modica

“Un paese in figura di melagrana spaccata; vicino al mare ma campagnolo; metà ristretto su uno sprone di roccia, metà sparpagliato ai suoi piedi; con tante scale fra le due metà, a far da pacieri, e nuvole in cielo da un campanile all’altro”

 

Così Bufalino tentava di spiegare la strana conformazione territoriale di Modica; città dal paesaggio suggestivo dove valori naturalistici, architettonici e archeologici si fondono insieme.

Antica capitale di Contea, la città, dopo il terremoto del Val di Noto risorse secondo l’estetica barocca.

Famosa per aver dato i natali a Salvatore Quasimodo, premio Nobel per la letteratura, è altresì rinomata per il ricco repertorio gastronomico e negli ultimi anni soprattutto per la lavorazione “a freddo” del cioccolato, una tradizione millenaria di derivazione azteca.

Passeggiando tra pittoresche stradine costellate da vecchie botteghe e da un groviglio di casette e attraverso lunghe scalinate, sulle quali svettano i campanili delle tante chiese che le hanno valso l’appellativo di “città dalle cento chiese”, andremo alla scoperta della storia di Modica, considerata un vero e proprio gioiello del barocco siciliano, in un percorso che coinvolgerà tutti e cinque i sensi.

Facebook
LinkedIn
Instagram